Le cose che ho imparato questa settimana #1

1) C’è una tenerezza immensa, in quelle mamme e in quei papà che spingono i carrelloni carichi di prodotti Ikea in un giorno di ponte festivo, in un centro commerciale affollato. Quelli che stanno al fianco dei figli cresciuti, ma che non saranno mai cresciuti così tanto da non farsi dare una mano, nello spaseamento di una casa (e forse un città) nuova. Che incrociano il tuo sguardo alla cassa e capiscono, che hai capito: nonostante il caldo, la folla, la fatica e l’età, non potevano che essere lì.

2)  Uno “stai tranquilla, si sistema tutto”, scritto da lontano, con una protettiva, inaspettata dolcezza, da chi ritieni una parte della tua famiglia anche se  all’anagrafe non lo è, ti può ancorare i piedi al suolo, coprire la schiena dal freddo, farti capire che non c’è solitudine. E aprire i rubinetti degli occhi. Tutto in un momento.

3) Il problema non è quanto sia alto il tacco, ma la sua forma: alcuni sono bastardi anche se bassissimi. Vai a capire.

le cose che ho imparato questa settimana, Mentre vivo